Scoperto e sviluppato, dall National Institutes of Health, un nuovo anticorpo monoclonale che protegge fino a 9 mesi dalla malaria. Pubblicato sul New England Journal of Medicine, lo studio condotto da scienziati del Centro di ricerca sui vaccini (VRC) dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID).”La malaria è tra le principali cause di malattia e morte in molte regioni del mondo, specie tra neonati e bambini piccoli”, afferma il direttore della NIAID Anthony S. Fauci. “Lo studio indica che una singola infusione di un anticorpo monoclonale può proteggere fino a 9 mesi”. Secondo l’OMS, nel 2019 si sono verificati 229 milioni casi di malaria, e circa 409.000 decessi. A causarla i parassiti Plasmodium, trasmessi dalla puntura di una zanzara, che li inietta in una forma chiamata sporozoiti. Questi viaggiano verso il fegato, dove maturano e si moltiplicano per poi diffondersi in tutto il corpo tramite il sangue. P. falciparum è la specie più aggressiva che provoca gravi infezioni anche mortali.

Leggi l’articolo completo su Onb.it

Website | + posts
Articolo precedenteSalute: probiotici utili contro i processi neuro-infiammatori
Articolo successivoLa trasmissione del Sars-Cov-2 ‘aiutata’ dal gruppo sanguigno