“È legge, finalmente”. Così la presidente della commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama, Annamaria Parente, ha annunciato l’approvazione in Senato del testo unico sulle malattie rare.

“Un aiuto concreto ai pazienti e alle loro famiglie – continua Parente. Un esempio di buona politica. Ora bisogna attuare le normative in tutte le Regioni”.

“Il testo unico sulle Malattie rare, di cui sono stata relatrice e tra le prime proponenti, è stato votato oggi all’unanimità dalla Commissione Sanità del Senato in sede deliberante. È una soddisfazione enorme, adesso occorre accelerare sui decreti attuativi. È un provvedimento che dà finalmente dignità alle persone con malattie rare e ai loro familiari”, ha commentato Paola Binetti, senatrice Udc.

Tra le novità previste dal testo unico per le malattie rare: verranno garantite cure migliori e gratuite per i malati rari, screening precoci, sostegno e incentivi fiscali alla ricerca, un fondo di solidarietà per sostenere pazienti e famiglie. Inoltre ai pazienti, verrà assicurato un piano diagnostico terapeutico assistenziale personalizzato, messo a punto dai Centri di riferimento

L’articolo completo su Tg24.sky.it

Website | + posts
Articolo precedenteCosta, Covid: Pronti a considerare obbligo vaccinale per alcune categorie
Articolo successivoLa dieta mediterranea. La scoperta dell’Acqua calda