“La medicina di laboratorio – aggiornamenti e strategie diagnostiche all’epoca della pandemia da Covid-19”: questo il titolo del corso, previsto in tre sessioni (14, 17 e 24 giugno) pomeridiane, che si terrà nell’aula magna dell’ospedale Monaldi di Napoli. L’iniziativa formativa, fortemente voluta dal dott. Luigi Atripaldi, prevede relazioni ed interessanti momenti interattivi grazie ai quali verrà svolto un confronto tra clinici ed operatori della “medicina di laboratorio”.

Nella prima parte verrà trattato il tema dell’infezione pandemica da Sars CoV-2 a oltre due anni dalla comparsa del virus sulla scena mondiale: l’interesse scientifico sarà focalizzato sulla terapia e la profilassi vaccinica. Per quanto concerne il Covid-19, la medicina di laboratorio ha avuto un ruolo diagnostico di primo piano per aver messo in campo una sensibile diagnostica molecolare e la valutazione delle varianti con la tecnica del sequenziamento genico. Inoltre è stata fondamentale per la conoscenza e la definizione dei meccanismi patogenetici e prognostici della malattia. Non solo nuovo coronavirus in ogni caso. Durante il corso si parlerà, infatti, anche di genomica e di malattie rare, di progressi nel campo dell’oncologia e delle patologie autoimmuni.

D’altronde l’importanza degli argomenti trattati da professionisti esperti, rende il corso di sicuro interesse per gli operatori sanitari e rappresenta una occasione di riflessioni e di aggiornamento sulla diagnosi, patogenesi ed eventuali strategie terapeutiche indirizzate a malattie critiche ed attuali.

Clicca qui per scaricare il programma

Clicca qui per iscriverti

Website | + posts
Articolo precedenteSicilia, Cidec-Federlab: “Restituire somme alle Asp? Laboratori analisi sul lastrico. Assessorato Salute sospenda provvedimenti”
Articolo successivoConsulenze online, si cambia: nasce la piattaforma di teleconsulto professionale per i Biologi. Il lancio a Napoli, il 13 luglio